Pobierz aplikację na telefon

Les Retranchements de Jasna Góra – l’histoire

La chiesa e il monastero di Jasna Góra furono circondate con delle mura erette nella prima metà del XVII secolo su base rettangolare, prossima ad un quadrato. La fortezza a bastioni è formata da 4 bastioni angolari collegati con cortine (tratti rettilinei di mura) con una lunghezza di circa 100 m ciascuno. I bastioni acquisirono i nomi dei Santi e dei fondatori: Santa Barbara (famiglia Lubomirski), San Rocco (famiglia Morsztyn), Santa Trinità (famiglia Szaniawski), San Giacomo (famiglie Potocki, Królewski). A sud è posto l’accesso principale alla fortezza con un complesso di 4 cancelli e rivellino (struttura pentagonale davanti alla cortina, che protegge i 2 cancelli centrali). Originariamente il monastero doveva essere circondato con fortificazioni di terra.

Reliquie nella cappella di Memoria della Nazione

Lungo le pareti, all’interno di teche in vetro, sono conservate urne con terra e ceneri dei polacchi provenienti dai luoghi […]

Vetrate

Le antiche arcate della sala delle campane che costituiscono le attuali finestre della cappella della Memoria della Nazione, sono tamponate […]

Portale d’ingresso

Alla cappella dalle mura conduce un portale d’ingresso semicircolare in pietra arenaria ornato con bugnature ed un portone metallico con […]

Cappella della Memoria della Nazione dedicata a padre Augustyn Kordecki

Nel 1989, nel piano superiore dell’ex torre campanaria fu allestita la cappella della Memoria della Nazione dedicata a padre Augustyn […]

Corridoio ad archi di accesso al Tesoro e alla cappella della Memoria della Nazione

Sui terrapieni oltre la cappella del Santissimo Sacramento, nel passaggio ad archi che conduce al Tesoro e alla cappella della […]

Ex campanile

Accanto alla prima arcata del presbiterio della chiesa da est è presente una torre campanaria indipendente, a due piani, eretta […]

Accessi ai terrapieni

Una volta attraversato il Cancello dei terrapieni, su entrambi i lati è possibile accedere ai terrapieni della fortezza mediante delle […]

Cortina orientale

Il tratto di mura difensive che collega il bastione nord-est e il bastione sud-est, noto come cortina orientale, fu eretto prima del 1631…

Monumento di San Giovanni Paolo II

Sul bastione nord-est, denominato della Santa Trinità (famiglia Szaniawski) si erge la statua di San Giovanni Paolo II, che raffigura il Papa in un gesto di saluto.

Monumento di p. Augustyn Kordecki

Sul bastione sud-est, denominato di San Giacomo (famiglia Potocki), a destra dell’accesso principale, si erge la statua di p. Augustyn Kordecki, priore e difensore del monastero di Jasna Góra durante l’assedio da parte delle truppe svedesi nel 1655.

Fortificazioni di Jasna Góra – storia

La costruzione delle prime fortificazioni di Jasna Góra fu commissionata da re Zygmunt III Waza, e queste furono progettate nel 1621 dall’architetto di corte Andrea dell’Aqua.

La Via Crucis

Lungo le mura della fortezza di Jasna Góra, da sud, ovest e nord sorgono le stazioni monumentali della Via Crucis, eretta tra il 1898 e il 1913 su iniziativa di padre Eusebio Rejman, priore, fondata dai doni offerti dai pellegrini.